B. Bartòk "for Children" - R. Schumann op.15 e 68 - E. Grieg "Pezzi lirici" - E. Pozzoli "Esercizi in stile polifonico" - Il Pianoforte e la Didattica

ANTONIETTA CAPPELLI
DIDATTICA PIANISTICA E MUSICALE
Il Pianoforte e la Didattica
Vai ai contenuti

B. Bartòk "for Children" - R. Schumann op.15 e 68 - E. Grieg "Pezzi lirici" - E. Pozzoli "Esercizi in stile polifonico"

Le sfide didattiche

Bèla Bartòk "for Children"
Serie di brani per pianoforte divisi in due volumi: il primo ispirato a melodie popolari ungheresi e il secondo a melodie popolari svolene.
Questi brani sono stati scritti nella prima decade del XX° secolo e pubblicati d Karoly Rozsnyai e consisteva in 4 volumi: i primi 2 erano 42 brani basati su melodie popolari ungheresi e i restanti due volumi erano 43 melodie popolari slovene. Nel 1943, B. Bartòk, preparò una nuova versione da pubblicare con la casa editrice Boosey & Hawkes. I brani che seguono sono quelli dell'ultima versione rivisitata ed editata da Peter Bàrtok nel 1946.

Pur essendo brani per bambini, presentano difficoltà tecniche e sopratutto ritmiche.
Molto utili per sviluppare la tecnica di base.

Primo volume                                                                       Secondo Volume

1. Children at Play                                                                   1. Allegro
2. Children's song                                                                    2. Andante
3. Quasi Adagio                                                                       3. Allegretto
4. Pillow Dance                                                                        4. Wedding Song
5. Play                                                                                    5. Variations
6. Study for the left hand                                                          6. Round Dance I
7. Play song                                                                             7. Sorrow
8. Children's game                                                                    8. Dance
9. Song                                                                                    9. Round Dance II
10. Children's Dance                                                                 10. Funeral Song
11. Lento                                                                                 11. Lento
12. Allegro                                                                               12. Andante rubato
13. Ballad                                                                                13. Allegro
14. Allegretto                                                                           14. Moderato
15. Allegro Moderato                                                                 15. Bagpipe I
16. Old Hungarian Tune                                                             16. Lament
17. Round Dance                                                                      17. Andante
18. Soldier's Song                                                                     18. Teasing Song
19. Allegretto                                                                           19. Romance
20. Drinking Song                                                                     20. Game of Tag
21. Allegro Robusto                                                                  21. Pleasantry
22. Allegretto                                                                           22. Revelry
23. Dance Song                                                                        23. Andante tranquillo
24. Andante Sostenuto                                                              24. Andante
25. Parlando                                                                             25. Scherzando
26. Moderato                                                                            26. Peasant's Flute
27. Jest                                                                                    27. Pleasantry II
28. Choral                                                                                28. Andante, molto rubato
29 Pentatonic Tune                                                                    29. Canon
30.Jeering Song                                                                         30. Bagpipe II
31. Andante Tranquillo                                                                31. The Highway Robber
32. Andante                                                                               32. Pesante
33. Allegro non troppo                                                                33. Andante tranquillo
34. Allegretto                                                                             34. Farewell "Adagio"
35. Con moto                                                                             35. Ballad
36. Drunkard's Song                                                                    36-37. Rhapsody
37. Swine-herd's Song                                                                 38. Dirge (lento)
38. Winter Solstice Song                                                              39. Mourning Song
39. Allegro moderato-Piu' Moderato-Lento-Presto
40. Swine herd's Dance


ROBERT SCHUMANN
L'op.15, insieme all'op.68, è un insieme di brani dedicati al mondo dell'infanzia. Brani brevi ma non tutti di semplice esecuzione.
I più grandi pianisti, passati e presenti, si sono cimentati con questi studi.
Abituano i giovani a curare la tecnica e a gestire il "suono". Sono molto belli e suggestivi e non a caso, proprio per la loro valenza didattica, la casa editrice Henle Verlag, dedica spesso ( ultimamente negli anni 2021 e 2022) la Competizione pianistica (bambini dai 6 agli 11 anni) a Robert Schumann.
L'album per la gioventù, op.68 di Robert Schumann, è più semplice dell'op.15 ed è utilissimo per la formazione musicale di base. In quest'opera sono presenti brani, scritti e dedicati al mondo dei bambini, con caratteristiche differenti: dei veri e propri "studi", ricchi di elementi tecnici. Il Maestro di Robert è stato F. Wieck (suo futuro suocero), sua moglie è stata la grande virtuosa Clara. Wieck è stato un bravissimo insegnante, specializzato in didattica prescolare: sperimentò il suo metodo didattico con sua figlia Clara, ottenendo ottimi risultati. Clara e Robert Schumann dedicarono la loro esistenza a coltivare quello che Wieck aveva iniziato.
L'op. 68, detta "album della gioventù" è da considerarsi un monumento eretto in onore alla didattica pianistica di base. Brani conosciuti in tutto il mondo e che i bambini (seppur li trovino un po' difficili) li studiano con piacere e li apprezzano.
Dev'essere spiegato bene e approfonditamente. Si faccia cura ai movimenti corretti, alla musicalità, al pedale (misurato e pulito), alla corretta impostazione della mano e all'interpretazione. Per ogni brano si possono costruire delle favole e favorire l'immaginario dei bambini. Raccontare questi quadretti musicali favorisce la capacità di "vedere" la musica e di capire quello che si deve studiare. Le note diventano parole e tutte le agogiche, fraseggi, pedale e le dinamiche colorano queste pagine incantevoli.

Il libro è composto da 43 brani scritti nel 1848 e pubblicati per la prima volta nel 1849. Come Robert stesso afferma, si divide in 2 parti:
Erste Abteilung. Für Kleinere (Prima parte. Per bambini)
1. Melodie (C major)
2. Soldatenmarsch (G major)
3. Trällerliedchen (C major)
4. Ein Choral (G major)
5. Stückchen (C major)
6. Armes Waisenkind (A minor)
7. Jägerliedchen (F major)
8. Wilder Reiter (A minor)
9. Volksliedchen (D minor)
10. Fröhlicher Landmann, von der Arbeit zurückkehrend (F major)
11. Sicilianisch (A minor)
12. Knecht Ruprecht (A minor)
13. Mai, lieber Mai, Bald bist du wieder da! (E major)
14. Kleine Studie (G major)
15. Frühlingsgesang (E major)
16. Erster Verlust (E minor)
17. Kleiner Morgenwanderer (A major)
18. Schnitterliedchen (C major)
Zweite Abteilung. Für Erwachsenere (second parte. Per più grandi)
19. Kleine Romanze (A minor)
20. Ländliches Lied (A major)
21. * * * [untitled], (C major)
based on the "Prison-Terzetto" from Beethoven's Fidelio
22. Rundgesang (A major)
23. Reiterstück (A minor)
24. Ernteliedchen (A major)
25. Nachklänge aus dem Theater (A minor)
26. * * * [untitled] (F major)
27. Kanonisches Liedchen (A minor)
28. Erinnerung. 4. November 1847 (A major)
[the date of Felix Mendelssohn's death]
29. Fremder Mann (D minor)
30. * * * [untitled] (F major)
31. Kriegslied (D major)
32. Sheherazade (A minor)
33. Weinlesezeit − Fröhliche Zeit! (E major)
34. Thema (C major)
35. Mignon (E♭ major) [portrait of a character from Goethe's novel Wilhelm Meister]
36. Lied italienischer Marinari (G minor)
37. Matrosenlied (G minor)
38a. Winterzeit I (C minor) [sometimes considered one piece with Winterzeit II]
38b. Winterzeit II (C minor/C major)
39. Kleine Fuge [Vorspiel und Fuge] (A major)
40. Nordisches Lied. Gruß an G. (F major)
[Salute to G. = Niels Gade, based on the notes g-a-d-e]
41. Figurierter Choral (F major) [based on No. 4]
42. Silvesterlied ["Zum Beschluß" in autograph] (A major)

Della prima parte, i 4 brani che elenco devono essere studiati da tutti i pianisti principianti (entro i primi 2 anni di studio). L'ordine di studio che adotto è: 8, 4, 5 e 12.
Questi 4 brani, dovranno essere lavorati fino a completo assorbimento e a memoria. Studio dei movimenti legati alla qualità del suono.

op.68 n.4  "Corale" a 4 voci
Perchè studiarlo?
"Corale"  a 4 voci: studiare con cadute del polso in modo da ottenere un suono omogeneo tra le parti; successivamente studiare legato e infine "legato di pedale". Importante per la stabilità della mano, cura del suono, attacco al tasto e imparare l'uso del pedale sincopato.

op.68 n.5
Perchè studiarlo?
Può considerarsi un 'piccolo notturno': mano sinistra accompagna con arpeggi spezzati e la mano destra canta una melodia 'fraseggiata' e molto delicata.

Imparare a bilanciare le due mani: sinistra più leggera e destra cantabile ed espressiva.


Perchè studiarlo?

Utilissimo per imparare a contrarre e dencontrarre muscoli e tendini ma soprattutto importante perchè si lavora di polso: si smolla il polso ed il bambino prende consapevolezza del fatto che non si suona con tutto il braccio. E' un ottimo esercizio tecnico, indipendentemente dall'attitudine dell'allievo. Tappa obbligata per tutti i pianisti principianti.
                                                   


op.68 n.12  "Piccolo studio"
Perchè studiarlo?

Studio a mani alternate, utile per lo sviluppo della 'bimanualità' e studiandolo ad accordi, dello stabilità della mano.

il primo passo è proprio quello di studiarlo ad accordi, con cadute di polso e ricercando un suono pieno e rotondo, in modo da creare una tecnica solida e infine, aprendo gli accordi, studiare il movimento dinamico naturale delle note. Il pedale segue il fraseggio del brano, in battere e tolgo quando alzo i polsi (polso e caviglia si muovono insieme).



I "Lyriske stykker" (pezzi lirici) sono una raccolta di 66 composizioni per pianoforte solo di Edvard Grieg,  pubblicati in dieci volumi dal 1867 al 1901.

Op. 12: (dedicati a Betty Egeberg)
  1. Valzer (Vals)
  2. Canto del guardiano (Vektersang, composto dopo una rappresentazione del Macbeth di Shakespeare)
  3. Melodia popolare (Folkevise)
  4. Melodia norvegese (Norsk)
  5. Foglio d'album (Stamboksblad - Albumblad)
  6. Canto nazionale (Fedrelandssang)

Op. 38:
  1. Berceuse (Vuggevise)
  2. Melodia popolare (Folkevise)
  3. Melodia (Melodie)
  4. Halling - Danza norvegese (Halling)
  5. Danza norvegese (Springdans)
  6. Elegia (Elegie)
  7. Valzer (Vals)
  8. Canone (Kanon)

Op. 43: (dedicati a Isidor Seiss)
  1. Farfalla (Sommerfugl)
  2. Viandante solitario (Ensom vandrer)
  3. Nel mio paese (I hjemlandet)
  4. Uccellino (Liten fugl)
  5. Erotico (Erotik)
  6. Alla primavera (Til våren)

Op. 47: (dedicati a Elisabeth Hornemann)
  1. Valse-Impromptu (Valse-Impromptu)
  2. Foglio d'album (Albumblad)
  3. Melodia (Melodi)
  4. Halling - Danza norvegese (Halling)
  5. Melanconia (Melankoli)
  6. Danza norvegese (Springdans)
  7. Elegia (Elegie)

Op. 54: (dedicati a Julius Röntgen)
  1. Pastorello (Gjetergutt)
  2. Marcia norvegese (Gangar)
  3. Marcia dei troll (Trolltog)
  4. Notturno
  5. Scherzo
  6. Scampanio (Klokkeklang)

Op. 57: (dedicati a Hermann Scholtz)
  1. Giorni svaniti (Svundne dager)
  2. Gade
  3. Illusione (Illusjon)
  4. Segreto (Hemmelighet)
  5. Ella danza (Hun danser)
  6. Nostalgia (Hjemve)

Op. 62:
  1. Silfide (Sylfide)
  2. Gratitudine (Takk)
  3. Serenata francese (Fransk serenade)
  4. Ruscello (Bekken)
  5. Visione (Drømmesyn)
  6. Verso la patria (Hjemad)

Op. 65:
  1. Dalla gioventù (Fra ungdomsdagene)
  2. Canzone contadina (Bondens sang)
  3. Melanconia (Tungsinn)
  4. Salone (Salon)
  5. In tono di ballata (I balladetone)
  6. Matrimonio a Troldhaugen (Bryllupsdag på Troldhaugen)

Op. 68:
  1. Marinaresca (Matrosenes oppsang)
  2. Minuetto della nonna (Bestemors menuett)
  3. Ai tuoi piedi (For dine føtter)
  4. Sera nelle montagne (Aften på høyfjellet)
  5. Alla culla (Bådnlåt)
  6. Valse mélancolique

Op. 71:
  1. C'era una volta (Det var engang)
  2. Sera d'estate (Sommeraften)
  3. Coboldo (Småtroll)
  4. Pace della foresta (Skogstillhet)
  5. Halling - Danza norvegese (Halling)
  6. Passato (Forbi)
  7. Reminiscenza (Efterklang)

l brani si ispirano a melodie popolari norvegesi. Molti dei titoli scelti sono descrittivi proprio per suggerire le sue intenzioni musicali. Il livello tecnico è medio-basso e infatti si prestano molto bene alla didattica di base (2°-3° anno di studio).
Il fantastico Henle Piano Competition 2023 dedicato ai bambini fino agli 11 anni, ha dedicato l'evento proprio  questi brani.



Ettore Pozzoli è stato un grande insegnante, conosciuto per il suo metodo didattico di solfeggio e per gli innumerevoli studi e brani scritti per piccoli e grandi. A  lui è dedicato il Concorso Internazionale "E. Pozzoli" che si tiene nella sua città natale , Seregno (MI).


Mi soffermo a descrivere uno dei suoi libri per lo studio primario del pianoforte: i primi 50 studi in stile polifonico (canoni).
Questo libro è scritto in ordine graduale di difficoltà, accompagnando per mano il principiante, passo dopo passo.
La cura del fraseggio e il gusto musicale, fanno di quest'opera un libro indispensabile per la formazione primaria del pianista. Io stessa, da piccola, ho studiato tutto il libro e tutti i miei alunni ne fanno uso.
Studiando questi "gioiellini musicali", abituate il bambino (o l'adulto principiante) a riprodurre fedelmente tutto quello che è scritto. Particolare attenzione dovrà essere posta alle entrate e uscite del polso, all'articolazione delle dita, al legato e agli staccati, a tutti i segni dinamici e agogici presenti. Dovrà essere un lavoro di precisione. Lo adotto anche come primo libro di solfeggio, ritmica e canto. E' un libro che può dare tanti spunti e si può lavorare a 360°.

Vediamo com'è strutturato il libro: i primi 15 canoni sono costruiti su 5 note, dal n.16 si aggiungono sempre elementi nuovi e crescono di difficoltà.

PAGINA IN ALLESTIMENTO...  

Molto utile è lavorare i brani a memoria. Il principiante deve guardarsi attentamente le mani e correggere eventuali errori di impostazione della mano e dei movimenti che ne determinano i vari "tocchi". Ricordiamo che il gesto determina il suono.

Canone 27 pozzoli
"I suoni ci circondano e noi siamo essenza sonora"
Torna ai contenuti