Minuetto n.1 di J. S. Bach (dal libro di A. Magdalena) - Il Pianoforte

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tecnica pianistica




Il minuetto n.1
di Bach è molto semplice. Non presenta particolari difficoltà tecniche. E' scritto in 3/4, tempo tipico del minuetto.
Il Minuetto in conta in sei e in tre... Si capisce suonandolo.

Struttura ritmica:
PRIMO PENTAGRAMMA:   1 2 3 4 5 6 - 1 2 3 4 5 6 - 1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 4 5 6
SECONDO PENTAGRAMMA:   1 2 3 4 5 6 - 1 2 3 4 5 6 - 1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 4 5 6
TERZO PENTAGRAMMA:   1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 4 5 6 - 1 2 3 4 5 6
QUARTO PENTAGRAMMA:   1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 - 1 2 3 4 5 6 - 1 2 3 4 5 6

Si abbia cura di studiare molto bene a mani separate. Le due mani presentano la stessa difficoltà. Si usi una diteggiatura intelligente che permetta alla mano di scorrere fluidamente, per richiamare il ritmo del brano che è tipico della danza.
Si studi il brano dividendolo in frasi (sono 8), memorizzando una battuta o al massimo due per volta.
Per memorizzare meglio i suoni, consiglio di cantare le due voci.
Seguendo la struttura ritmica elencata il fraseggio è immediato (è tutto scritto nel suono quello che vuole Bach).







Il minuetto è una danza francese in tempo 3/4 di andamento moderato. Le sue origini sono popolari ma J.B. Lully la portò alla corte di Luigi XIV verso la metà del Seicento, rendendo la danza aggraziata e cerimoniosa. Si ballava in coppia a passetti, giri lenti e inchini frequenti.
Ebbe un gran successo, tant'è vero che rimpiazzò la pavana e la corrente.

Per dare un'idea, invito a guardare il video sottostante.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu