Il Metronomo - Il Pianoforte

La musica può cambiare il mondo (L. V. Beethoven)
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Metronomo

Teoria




Il metronomo è uno strumento che serve per misurare il tempo. Ne esistono di due tipi:


1. METRONOMO MECCANICO






Il primo esempio di metronomo graduato fu sperimentato da Etienne Louliè nel 1696.

Si trattava di un filo alla cui estremità era fissato un peso e i cui battiti erano muti. Nel 1812 un orologiaio olandese, Dietrich Nikolaus Winkel diede vita al metronomo tradizionale a pulsazione udibile che fu perfezionato e brevettato nel 1816 dall'austriaco Johann Nepomuk Maelzel.

Il metronomo altro non è che un pendolo capovolto. E' costituito da un'asta graduata fra le frequenze 40 e 208 al minuto primo ed un peso, detto lente, che possiamo far scorrere lungo l'asta, selezionando le pulsazioni per minuto (indicate come MM - acronimo di Metronomo Maelzel - o la sigla di derivazione anglosassone bpm, ovvero battiti per minuto).


2. METRONOMO DIGITALE





Questo tipo di metronomo, rispetto a quello meccanico è molto più pratico e presenta più funzioni: a volte funziona anche da accordatore.



 

Vuoi usare il metronomo on-line? clicca: simple.bestmetronome.com



Torna ai contenuti | Torna al menu