C.Czerny op. 740 n.1 - Il Pianoforte

La musica può cambiare il mondo (L. V. Beethoven)
Vai ai contenuti

Menu principale:

C.Czerny op. 740 n.1

Tecnica pianistica


C. Czerny è stato un grande didatta che ci ha lasciato tantissime raccolte di studi tecnici. Alla sua scuola appartiene il grande F. Listz.
L'op. 740 (L'arte di rendere agili le dita) è un libro importantissimo per il pianista e l'ideale sarebbe studiarlo tutto in quanto racchiude tecniche diverse e aiuta a sviluppare l'agilità delle dita. L'articolazione deve essere ridotta al minimo per far correre la mano e tutte le tensioni muscolari devono essere azzerate.

Lo Studio n.1  è un ottimo esercizio sulle cinque dita, scale e ugualianza tra le mani. La velocità segnata da Czerny è di 84 la minima (168 la semiminima). Dev'essere eseguito alla velocità indicata per trarne benefici.
Non è impossibile arrivare a questa velocità. Importante è studiare a mani separate, soprattutto la sinistra. Per l'ugualinza delle cinque note si studi con le varianti ritmiche e di velocità. Una volta che la mano sinista riesce a suonare alla velocità indicata, si metta a mani unite alla metà della velocità segnata e gradualmente si aumenti di una tacchetta alla volta il metronomo.
In un mese (al massimo due), studiando tutti i giorni, si dovrebbe riuscire ad eseguire veloce.
Ogni giorno ripetere l'esercizio a mani unite, forte e lentissimo facendo attenzione all'articolazione di ogni singolo dito (prima di chiudere il libro).

Torna ai contenuti | Torna al menu